GLM - 16/10/2017 - 22:11


Classifica dei relatori GLM 2014 (per numero di lezioni svolte)

  1. [9] Samuele Cacchiarelli
  2. [6] Andrea Bianchini
  3. [6] Gianluca Gabrielli
  4. [1] Matteo Ciccioli
  5. [1] Fabio Pagnotta
  6. [1] Alessandro Zampa
  7. [1] Emanuele
  8. [1] Roberto Marozzi
  9. [1] Giampiero Rubini

Vuoi diventare relatore GLM? presenta anche tu una lezione su un argomento che più ti piace relativo a Linux o al mondo dell'OpenSource


Archivio news

server glm
Il nostro Server

bella gnocca freebsd
FreeBSD It's Here!

Come Appare Linux.

Molti miei amici mi chiedono spesso come sia Linux ed io spiego loro che si tratta di un ambiente multitasking, multiutente, a memoria protetta, molto potente, stabile e sicuro ecc ecc.. ma poi mi sento obiettare : "si vabè ma come è?".
E qui capisco che la loro curiosità verte in realtà su come esso appaia

Prendendo spunto da ciò ho voluto mostrare con questa pagina alcuni esempi di come possiamo vestire Linux e renderlo come più ci piace.
Ho parlato di vestire Linux non a caso. In effetti Linux per la maggior parte delle funzioni non necessita di una interfaccia grafica o, per dirla in gergo, di una GUI (Grafical User Interface). Si può masterizzare, navigare in Interet, leggere e inviare posta, rippare DVD e moltissime altre belle cosine direttamente da riga di comando. L'interfaccia grafica insomma non è parte essenziale e integrata del Sistema Operativo, ma è essa stessa un programma o meglio un insieme di programmi che svolgono diverse funzioni che non sto qui a spiegare data la complessità e la vastità dell'argomento.


Diciamo brevemente che la gestione grafica del sistema operativo Linux è affidata a due principali programmi: un Server grafico (tipicamente X-Windows), ed un Window Manager.

Il Window Manager è il componente di X-Window che controlla l' aspetto delle finestre e che fa in modo che l'utente possa interagire con esse, compiendo operazioni di spostamento, minimizzazione e così via.

Un sistema di gestione del Desktop più avanzato che va oltre alla stretta gestione delle sole finestre, occupandosi anche del controllo e gestione di altri componenti e con l'obiettivo di offrire una interfaccia completa verso il sistema operativo, viene invece definito Desktop Environment.
Esempi di tale gestione avanzata del Desktop sotto linux sono il Kde e lo Gnome.Entrambi offrono un'ambiente grafico complesso ma gradevole e relativamente semplice da utilizzare. Grazie a questi due ambienti grafici l'approccio a Linux risulta molto meno traumatico e (relativamente) vicino a quanto già siamo abituati a vedere in altri Sistemi Operativi (Windows e Macintosh). Sono entrambi dotati di un "centro di controllo" dal quale settare le proprie preferenze, l'aspetto, personalizzare il comportamento delle finestre, ma anche dove poter gestire in maniera più o meno completa altri componenti del sistema operativo.

Dei due il primo gode di uno sviluppo più avanzato ed offre al momento un ambiente più pulito, integrato e ricco di funzioni. Gnome d'altro canto è molto apprezzato per il fatto di essere interamente sviluppato sotto licenza GPL, risulta però leggermente (o apparentemente) più complicato da gestire pur essendo sviluppato tenendo ben conto degli studi sull' usabilità (termine poco italiano ma molto utilizzato per indicare la facilità e comodità d'uso). Sebbene sembrino simili nelle funzioni, molte caratteristiche del primo mancano nel secondo e viceversa e, per tale ragione, resta comunque difficile sostenere la tesi di superiorità dell'uno sull'altro. Sono entrambi validi e piacevoli da usare e sicuramente moooolto meno monotoni rispetto a quello che offre la concorrenza.

Queste sono comunque solo due delle innumerevoli vesti che Linux può avere. Esistono infatti decine di altri Window Manager che presentano diverse e interessanti caratteristiche che li rendono apprezzabili e spesso maggiormente graditi su un sistema Linux.
Eccone elencati solo alcuni: (clicca sui nomi per vederne un esempio)

Window Maker
Afterstep
Enlightenment
Xfce
Fvwm2

Com'è dunque Linux? Semplicemente come volete che sia.
Sta a voi scegliere quale aspetto dargli e magari migliorarlo come più preferite. Il vantaggio (non l'unico ne il più importante) di questo sistema di gestione grafica, sta nel fatto che non si è vincolati ad una particolare interfaccia grafica (intesa in senso lato), proprio perché l'interfaccia grafica non identifica il sistema operativo in sé e non ne è parte integrante come invece avviene (ad esempio) nei sistemi Windows. Si può infatti scegliere di installare ed utilizzare il o i Window Manager che si preferisce a prescindere da quale versione di Linux si disponga.

In conclusione non posso far altro che invitarvi a provare e a giudicare voi stessi l'estrema varietà di scelta che linux offre in campo di interfacce grafiche (e non solo). Secondo la mia personale esperienza, posso solo aggiungere che, a prescindere dall' indiscussa potenza e stabilità dei sistemi tipo Unix (come appunto Linux, BSD ed altri ancora), in generale più uso Linux più mi accorgo di quanto questo sia estremamente malleabile e divertente da usare.

Samuele Cacchiarelli